Vincenzo Nibali, ciclista professionista conquista nuovamente, sedici anni dopo Marco Pantani (1998) la vittoria al Tour de France edizione 2014. Il risultato riporta in alto il mondo delle due ruote e conferma che con abnegazione e spirito di sacrificio  nessun traguardo è precluso per i rappresentanti italiani.

.  Risultati immagini per foto vincenzo nibali a parigi              Risultati immagini per foto matteo renzi su concordia

Analogamente, vorremmo poter dire di coloro che sono chiamati a rappresentarci in politica ma per quanto ci si possa impegnare in questo senso, il risultato è sconfortante. Essi sono, nel frangente, molto impegnati nella definitiva produzione di una riforma istituzionale, ed in particolare del Senato della Repubblica sulla quale gravano migliaia di emendamenti in corso di presentazione. Allo scopo di evitare lunghe e noiose discussioni si fa ricorso al Regolamento interno che prevede il contingentamento dei tempi del dibattito. Scelta non esattamente usuale e tendenzialmente contraria alla democrazia. Registriamo in tutto ciò un palese arretramento civile. Sembra, peraltro, impossibile ogni mediazione che ci riconsegni alla più significativa prassi europea.

Ancora, siamo basiti nell’apprendere da fonti statistiche del tutto affidabili che i cittadini italiani, in misura assai significativa, non conoscano nemmeno di che cosa si stia esattamente parlando, pur essendo tendenzialmente favorevoli all’elezione diretta dei componenti il Senato. Si tratta, evidentemente, di uno di quei paradossi per i quali siamo conosciuti in tutto il mondo.

Si dovrà successivamente, se mai arriveremo, prendere in esame il varo definitivo di una nuova Legge elettorale attesa ormai da anni – il così detto “Italicum”- oggetto di un patto certo tra Silvio Berlusconi e Matteo Renzi che nessuno conosce , messo a punto nelle segrete stanze della politica quotidiana. Viene semplicemente da chiedersi se ed in che misura stiamo vivendo una dimensione terrena.

Infatti, riteniamo, forse per errore, che  i problemi siano altri . Li elenchiamo, in prima battuta:

–   P.i.l. – 0,5 su base annua (nel 2015 1,1 !!!, secondo il Fondo Monetario Europeo);

– Produzione industriale – 1,8 annuo, a Maggio 2014;

– Potere d’acquisto delle famiglie – 0,2 % annuo, nel 1° trimestre 2014;

– Tasso di disoccupazione annuo 12,6 annuo a Maggio 2014;

– Disoccupazione giovanile – 43% annuo.

Ecco, dunque, alcuni esempi. Dal punto di vista economico i soli ordinativi dell’industria sono in aumento su base annua, mese su mese (2014 su 2013) del venticinque per cento.

Ma di che cosa vogliamo, sempre politicamente, cianciare?

ANDREA G. STORTI

www.democraziaedeuropa.it